“Gettarsi in avanti per non cadere indietro e nascondere così le proprie responsabilità. E’ questo lo stile che contraddistingue le recenti affermazioni del Deputato pentastellato Sergio Battelli”. Così il sindaco di Varazze Alessandro Bozzano ribatte alle affermazioni sul regolamento del gioco d’azzardo nella cittadina del levante savonese.

“L’On. Battelli, con la superficialità che contraddistingue le sue “battaglie” politiche ha accusato l’amministrazione comunale di Varazze, che ho l’onore di presiedere, di non saper contrastare, come si conviene, vista la gravità del fenomeno, il dilagare di lotterie, slot machine e altri marchingeni tipici del gioco d’azzardo. Tutto ciò è falso. L’On. Battelli lo sa bene. Nel contrastare il gioco d’azzardo il Comune ha fatto tutto ciò che è nelle sue possibilità” sottolinea il primo cittadino varazzino.

“Non altrettanto si può dire dell’On. Battelli che a Montecitorio, dove purtroppo rappresenta la nostra comunità, avrebbe dovuto e potuto proporre leggi capaci di limitare, in questo caso efficacemente, il gioco d’azzardo, e mettere i Comuni italiani in grado di fare altrettanto”.

“Si ricorda infatti che il Testo Unico in materia di prevenzione e trattamento del gioco d’azzardo patologico (GAP), non deve essere emanato dal Comune ma bensì dal Parlamento che opera attraverso commissioni legislative e che, guarda caso, il valente onorevole è Presidente proprio di quella competente”.

“Questa è la verità ed è giusto che i cittadini di Varazze conoscano nome e cognome di chi è capace solo di fare false polemiche e chi, al contrario, umilmente e con impegno quotidiano ha scelto di fare i fatti”.

“Ovviamente l’On. Battelli può rimediare e noi vigileremo che anche lui, che è parte del potere legislativo, faccia il suo dovere per contrastare il gioco d’azzardo” conclude il sindaco Bozzano.

Commenta su Facebook