“Accogliamo con soddisfazione la sentenza del TAR Campania che ha bocciato il ricorso proposto da diversi operatori del settore, particolarmente contrari ai limiti orari imposti dal Regolamento Comunale per la disciplina delle sale giochi e dei giochi leciti approvato con delibera di consiglio comunale”. Così l’assessore del Comune di Vallo della Lucania (SA), Genny De Cesare.

Nello specifico, i gestori dei pubblici locali e delle sale giochi si erano rivolti ai giudici ritenendo lesivo e non legittimo l’art. 20 del regolamento che si occupa della disciplina degli orari di funzionamento degli apparecchi, fissandoli dalle ore 14,00 alle ore 20,00 di tutti i giorni, festivi compresi.

“L’amministrazione comunale, di cui mi onoro di far parte, ha investito molto nella lotta al contrasto alla ludopatia che va assumendo i tratti tipici di una vera e propria nuova piaga sociale – ha spiegato l’assessore De Cesare –. Diverse sono state le azioni messe in campo: si è partiti da un rilevamento statistico di tale disturbo sul nostro territorio; si è proseguito con la prevenzione con l’organizzazione di percorsi rivolti principalmente ai giovani ed incentrati sulle problematiche che possono condurre a tali dipendenze e, contemporaneamente, con l’approvazione del regolamento, si è puntato sulla prevenzione e sulla repressione. La nostra lotta serrata a tale triste fenomeno sociale continua”, ha concluso l’assessore vallese.