La quinta Commissione “Servizi sociali” del Consiglio Regionale della Valle d’Aosta si è riunita nel pomeriggio di martedì 20 novembre 2018, per esaminare la proposta di legge presentata dai gruppi consiliari Lega Vallée d’Aoste, Movimento 5 Stelle, Mouv’, Impegno Civico e ALPE, volta a modificare i termini per l’applicazione delle misure di prevenzione e di contrasto alla dipendenza dal gioco d’azzardo, di cui alla legge regionale n. 14/2015.

«La Commissione si è detta favorevole al testo di legge ma per l’espressione del parere aspettiamo quello del Consiglio permanente degli enti locali – riferisce il Vicepresidente della Commissione, Andrea Manfrin (Lega VdA) -. Oggi, i gruppi UV e UVP hanno proposto l’introduzione del divieto di posizionamento di apparecchiature elettroniche da gioco all’interno di locali, quali bar ed esercizi commerciali, che non fanno di questo la loro attività principale.»

«Esprimo soddisfazione per l’unanimità d’intenti rilevata all’interno della Commissione – aggiunge il Vicepresidente Manfrin – e che ci porterà in tempi brevi ad intervenire su un problema, quello dell’azzardopatia, che sta assumendo dimensioni preoccupanti.»

Commenta su Facebook