Il consigliere comunale di Aosta Vincenzo Caminiti, promotore del regolamento contro le slot, chiede di ‘salvare’ il gioco sano dal proibizionismo della legge regionale.

‘Esiste anche un gioco sano e quindi è necessario conciliare la questione sanitaria, che oltretutto grava pesantemente sui costi della sanità, con gli investimenti leciti fatti dagli esercenti”. Infatti la legge regionale, come spiega Caminiti in un ordine del giorno a sua firma, “seppur spinta da un nobile intento, di fatto proibisce qualunque tipo di gioco nell’area delle distanze sensibili colpendo indistintamente anche chi non è ludopatico e mettendo a rischio parecchie attività commerciali sul nostro territorio”.

Caminiti chiede al Consiglio comunale di manifestare alla Regione “la nostra perplessità su questa forma di proibizionismo che ricade soprattutto sui commercianti della città di Aosta e esponendosi di fatto a ricorsi che probabilmente azzererebbero la legge regionale, compresa la parte positiva a tutela dei ludopatici”.