“Le modifiche proposte dalla Giunta regionale mirano a indebolire l’attuale sistema dei divieti che, invece, non solo ha funzionato, ma ha anche retto ai ricorsi promossi dalle organizzazioni pro slot”. E’ quanto scrive in una nota Adu (Movimento Ambiente, Diritti, Uguaglianza) in merito alla modifica della legge contro la ludopatia inserita nel disegno di legge omnibus di prossima discussione in Consiglio regionale.

Adu VdA “concorda con l’ordine dei medici e le altre forze politiche che chiedono di non peggiorare l’attuale legge No slot e ribadisce che l’obiettivo è ricondurre l’azzardo in pochi luoghi deputati a tale attività, lontani dalla nostra vita quotidiana. Dopo questa devastante crisi sanitaria ed economica non abbiamo bisogno di nuovi spazi da dedicare all’azzardo, che tra l’altro è troppo spesso controllato dalle stesse mafie che recentemente hanno infiltrato anche le nostre più alte istituzioni”.