Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) “Dalle 7.00 alle 22.00 vige il divieto di pubblicizzare il gioco d’azzardo sulle TV “generaliste”. Allora viene fuori la TV “tematica a blocchi”, tipo Italia2, che praticamente fa quello che fa una TV generalista, ma per la quale non vale il divieto”. E’ quanto osserva il senatore del Gruppo Misto Giuseppe Vacciano a proposito delle restrizioni alla pubblicità sul gioco d’azzardo. “Così alle ore 21,35, ti sparano tre pubblicità di gioco online in un blocco pubblicitario di cinque minuti”. “La legge in sé non è malvagia, ma non tiene conto della realtà dei palinsesti. L’esempio di Italia2 credo sia lampante. Se il mio target è giovanile (basta guardare la programmazione di un giorno qualunque) devo automaticamente rientrare nel divieto, tematica o meno che si dichiari. Insomma serve un meccanismo che dinamizzi un ambito che per sua natura non è cristallizzato. Oppure semplicemente si estende a tutti i canali che hanno un contenuto potenzialmente fruibile da tutte le fasce di età” conclude.

Commenta su Facebook