slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Informare i cittadini, prevenire il fenomeno del gioco d’azzardo e lavorare soprattutto con le scuole nell’educazione dei ragazzi. Obiettivi del programma contro la ludopatia “Usini no slot”, varato dall’assessorato ai servizi sociali del Comune di Usini (SS), alla conclusione del questionario formulato nelle scuole medie del paese.

Tra i dati, circa il 50 per cento dei ragazzi afferma di aver visto minorenni giocare alle slot machines e, il 90 per cento degli stessi, crede nella necessità di dover essere informati sul fenomeno. “Basterebbe questo dato – ha spiegato l’assessore ai servizi sociali Gian Luigi Testoni – per giustificare queste iniziative e spingerci con forza a non mollare la presa su un fenomeno di questo tipo”.

I dati del questionario e l’indagine svolta nei mesi scorsi saranno resi noti domani mattina, a Usini, durante un incontro con i ragazzi delle scuole, alle ore 11 presso l’Auditorium comunale.
Al dibattito con gli studenti, oltre all’amministrazione comunale, ai docenti e al preside dell’Istituto Comprensivo “Grazia Deledda”, parteciperà il dottor Gregorio Salis del Ser.D di Sassari.

“Abbiamo effettuato il censimento delle slot machines presenti in paese – ha aggiunto Testoni – e raccolto informazioni su quanto si spende ogni anno su tutte le tipologie di gioco. Al fine di evitare l’incremento di questi numeri, oltre le scuole, coinvolgeremo con altre iniziative il resto della cittadinanza e studieremo criteri di agevolazione per chi eliminerà le slot”.

Commenta su Facebook