La proposta di legge USA avanzata dal Senatore Repubblicano Josh Hawley per vietare l’utilizzo delle microtransazioni e delle casse premio nei videogiochi rivolti a un pubblico di minori riceve l’appoggio bipartisan dei Senatori Democratici Ed Markey e Richard Blumenthal.

Il disegno di legge di Hawley, presentato a inizio maggio con un dossier che invita i membri del Senato USA ad appoggiare il suo “Protecting Children from Abusive Games Act”, prevede il completo bando delle microtransazioni e degli elementi pay-to-win nei videogiochi e nelle applicazioni destinate ad un pubblico minorenne, equiparandoli di fatto al gioco d’azzardo.

Se dovesse essere promulgata, la legge dovrebbe prodursi in un bando immediato nell’intero territorio degli Stati Uniti per quei titoli che, in base alle disposizioni e alle direttive fornite dall’ente americano preposto alla classificazione e alla certificazione dei giochi e dei prodotti di intrattenimento, non dovessero allinearsi alla nuova direttiva e continuare a presentare al loro interno delle Loot Box.

Blumenthal ha dichiarato in merito che il Congresso deve inviare un messaggio chiaro agli sviluppatori di applicazioni e alle compagnie tech: i bambini non sono vacche da mungere per far lievitare i profitti. Per Markey invece, il mondo dell’intrattenimento digitale presenta molti rischi per i bambini, con caratteristiche studiate per manipolarli e trasformare il loro tempo di gioco in soldi.