Print Friendly

(Jamma) – “Si tratta di una proposta di legge evidente che tratta di un grave problema, anche sanitario che colpisce le fasce deboli e quelli che pensano di svoltare la propria vita, così come emerso anche nell’audizione della nostra commissione Sanità sulle dipendenze”.

E’ quanto dichiarato da Maria Grazia Carbonari (M5S) durante l’assemblea che ha portato all’approvazione della proposta di modifica della legge regionale umbra “Norme per la prevenzione, il contrasto e la riduzione del rischio della dipendenza da gioco d’azzardo patologico”, di iniziativa della consigliera Carla Casciari (Pd).

“Come M5S vorremmo che, oltre a legiferare per la tutela della salute pubblica, ci fossero anche dei controlli su una situazione che non è poi così diversa dallo spaccio di droga, quindi fare verifiche e anche chiudere attività se necessario. Inoltre presentiamo un emendamento per estendere il limite di 500 metri da luoghi sensibili non solo a sale scommesse e sale da gioco, ma anche alle altre strutture frequentate principalmente dai giovani, come stazioni ferroviarie, terminal per il trasporto urbano e extraurbano e centri commerciali” ha concluso Carbonari.

Commenta su Facebook