“Settimana intensa in consiglio regionale per il braccio di ferro con l’opposizione sulla modifica della legge sul gioco. La scelta di cambiare la legge è legittima e lecita e punta a ristabilire principi del diritto a nostro giudizio inviolabili”. Così l’assessore piemontese Andrea Tronzano commenta l’attività consiliare della settimana appena trascorsa. Circa la proposta di legge sul gioco d’azzardo spiega che “attualmente è in aula bloccata dall’ostruzionismo dell’opposizione. 70.000 emendamenti (oggettivamente fuori misura, anche se legittimi) non devono comunque impedire di approvare una legge che vuole tutelare posti di lavoro, legalità e libertà di impresa. Ciò che è stato reso legale dallo Stato non può essere cancellato da una legge retroattiva. Per inciso ricordo che la proposta mette l’accento soprattutto su prevenzione, salute, cura, sensibilizzazione”.