La Sezione di Trento del Patt ha un nuovo direttivo: Giordana Detassis (Presidente) e Paolo Holneider (Segretario Politico). Nella prima riunione votata all’unanimità la proposta di chiedere ai Consiglieri Provinciali del PATT di porre in essere tutte le azioni possibili volte a non modificare in assestamento di bilancio la legge n.13 del 2015 che regolamenta il gioco d’azzardo in trentino e che andrà in piena attuazione il prossimo 12 agosto

“La Sezione di Trento del Partito Autonomista Trentino Tirolese si è riunita in assemblea per rilanciare l’attività politica e nominare il nuovo direttivo. All’incontro hanno partecipato i vertici del partito con il segretario Simone Marchiori, la vicesegretaria Roberta Bergamo, il presidente Franco Panizza e i consiglieri provinciali Ossanna, Demagri e Dallapiccola. L’incontro è stato fondamentale per confermare la centralità del PATT sulla città di Trento presente in Giunta con il vice sindaco Roberto Stanchina, in consiglio comunale con il capogruppo Alberto Pedrotti e numerosi consiglieri nelle varie circoscrizioni cittadine”. E’ quanto si legge in una nota a firma dei neo eletti presidente e segretario politico del Patt, Giordana Detassis e Paolo Holneider.

“Gli iscritti hanno ribadito a più voci il valore di essere un partito territoriale vocato al buon governo che deve mettere davanti alla propria azione politica il bene delle persone e dei territori. Un PATT che discute, dialoga ma non perde mai di vista l’obiettivo primario di valorizzare e promuovere l’autonomia del Trentino.

Al termine dell’incontro è stato eletto il nuovo direttivo che risulta così composto: Roberto Stanchina, Alberto Pedrotti, Paolo Holneider, Camilla Giuliani, Luca Laner, Alessandro Mosna, Corrado Casagrande, Daniele Oscar Condini, Francesco Giacomelli, Laura Zulberti, Giordana Detassis, Roberto Marchese, Andrea Pedrolli, Paolo Genetin, Giorgio Decarli, Lorena Torresani e Fabiano Condini. Nella prima riunione del 15 luglio presso l’Agritur Malga Brigolina, il direttivo ha nominato le cariche e votato all’unanimità Giordana Detassis alla presidenza e Paolo Holneider alla segreteria politica.

Su proposta del neo-segretario cittadino – prosegue la nota – è stato approvato un primo atto politico con richiesta formale ai consiglieri provinciali del PATT di salvaguardare la legge n.13 del 2015 che regolamenta il Gioco d’Azzardo in Trentino. Tra le altre cose la norma prevede la distanza di almeno 300 metri delle slot machine dai luoghi sensibili (scuole, centri anziani, centri di aggregazione giovanile, luoghi di culto, ecc.) e andrà in piena applicazione il prossimo 12 agosto dopo una proroga di due anni. Nel 2015 la legge fu approvata dal consiglio provinciale all’unanimità con la condivisione e i voti favorevoli anche dell’attuale maggioranza di governo.

Nelle scorse settimane in commissione legislativa l’Assessore al commercio Roberto Failoni sollecitato dalle categorie economiche ha affermato che l’applicazione della legge verrà prorogata con un intervento in assestamento di bilancio. Dopo queste affermazioni il mondo del volontariato trentino ha reagito e chiesto a gran voce che la legge vada in piena attuazione.

Anche la Sezione di Trento condivide questo pensiero in quanto è convinta che il gioco d’azzardo patologico sia un problema sociale rilevante. È fondamentale che l’amministrazione provinciale consideri la salute e il benessere dei cittadini primari rispetto a qualsiasi interesse economico di parte e proprio questo chiede ai consiglieri provinciali del PATT Paola Demagri, Lorenzo Ossanna e Michele Dallapiccola di attivarsi e vigilare perché in sede legislativa provinciale la norma non subisca nessuna proroga o modifica”, conclude la nota.

Articolo precedenteEsport, 12.494,3 milioni di dollari entro il 2030
Articolo successivoScommesse F1, GP di Francia: Leclerc e Verstappen alla pari su Snai. A 2,25 il successo di Charles e quello di Max, Hamilton a 8