Le sale giochi in toscana possono riaprire a partire dela 13 giugno. E’ quanto prevede la nuova ordinanza firmata oggi dal presidente Rossi.

“Considerato che il quadro epidemiologico in Toscana presenta un andamento positivo tale da da poter consentire, a decorrere dal 13 giugno, la riapertura: degli impianti a fune di risalita ad uso turistico, sportivo e ricreativo sulla base di specifiche linee guida per la loro gestione di cui all’allegato 2 della presente ordinanza; di congressi e grandi eventi fieristici, cinema, spettacoli dal vivo nonché le attività nelle sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, sulla base delle specifiche linee guida di cui all’allegato 1; delle sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse sulla base delle specifiche linee guida di cui all’allegato 1″, si legge nell’ordinanza.

LEGGI L’ORDINANZA

Ovviamente il provvedimento consente di fatto l’apertura delle attività in questione che, come è noto, sono sospese fino al 14 giugno per effetto del DPCM del maggio scorso. L’ordinanza recepisce le linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive adottate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in data 9 giugno 2020 con riferimento a ristorazione, attività ricettive con esclusione dei campeggi, servizi alla persona (acconciatori, estetisti, tatuatori e piercing), piscine, palestre, manutenzione del verde, noleggio veicoli ed altreattrezzature, informatori scientifici del farmaco, aree giochi per bambini, circoli culturali e ricreativi, cinema e spettacoli dal vivo, sagre, strutture termali e centri benessere, congressi e grandi eventi fieristici, sale slot, sale giochi, sale bingo, sale scommesse e discoteche.