Prosegue il lavoro dell’Osservatorio regionale toscano sul fenomeno della dipendenza da gioco. Questa mattina l’organismo, presieduto da Serena Spinelli (Gruppo misto), è tornato a riunirsi per fare il punto sull’attuazione del piano regionale di contrasto e sui vari progetti.

Advertisement

Come ha spiegato la presidente, sono molti gli argomenti su cui puntare l’attenzione. Innanzitutto “capire a che punto sono i vari progetti, su cosa bisogna lavorare e che cosa è necessario implementare”. Ancora, dare il via a una cabina di regia che “sia il punto di raccordo fra il dipartimento regionale e l’Osservatorio” e operare una riflessione generale sull’attività futura, dato che le linee di programmazione sono all’attenzione del Ministero e dovranno poi essere declinate con progetti più specifici, da mettere a bando.

Per quanto riguarda lo stato di avanzamento delle azioni del Piano regionale di contrasto al gioco d’azzardo, dall’incontro è emerso che, allo stato attuale, per 32 delle 38 azioni ricomprese nel piano sono state avviate le attività progettuali; per altre 6 (3 locali e 3 regionali) sono state effettuate le aggiudicazioni in seguito alle manifestazioni d’interesse, pertanto a breve verranno avviate anche le azioni progettuali. Inoltre, è in corso il monitoraggio sul raggiungimento degli obiettivi specifici. I risultati saranno resi noti in un report il prossimo gennaio.

Alla riunione dell’Osservatorio hanno partecipato i consiglieri regionali Serena Spinelli, Ilaria Giovannetti (Pd) e Andrea Quartini (M5s) e i rappresentanti di Comuni, organizzazioni di volontariato, esperti in materia di contrasto al gioco d’azzardo patologico e i referenti per le dipendenze delle Asl toscane.