cassiani

(Jamma) – “Sono stato molto critico nei confronti della scelta della Regione Piemonte sostenuta anche dal mio partito senza problemi. Ma devo aggiungere che quella legge è stata votata all’unanimità. Le conseguenze di questa norma sono che molte aziende stanno chiudendo, oltre 3000 persone rischiano a causa di questa legge un po’ disgraziata, una legge che non guarda a quelle che possono essere le conseguenze, viene messa in campo da una furia proibizionista per rispondere a un’esigenza populista”.

E’ quanto dichiarato dall’Avvocato Luca Cassiani (Pd) intervenendo al convegno “Liberi di scegliere: Basta proibizionismo” che si è svolto a Torino nella sede di “Torino Incontra” su iniziativa dell’Istituto Friedman, della Federazione Italiana Tabaccai e del Sindacato Totoricevitori Sportivi.

“Vietare non ha mai prodotto nessuna modifica di comportamenti anzi ha favorito l’illegalità. E’ una legge fallimentare, non ha modificato i comportamenti di chi giocava, si è passati da slot a sale vlt, così la ludopatia è oggi un problema ancora più vivo. Si è colpito il settore che dal punto di vista anche della diffusione aveva un impatto molto limitato rispetto ai problemi del gioco. E’ come se avessero vietato il vino e permesso il whisky. Ovviamente il tema è quello di arrivare a una pronuncia della Corte Costituzionale” ha aggiunto.

“Con questa legge esiste oggi una differenza di impresa a pochi chilometri di distanza, tra una regione e l’altra. E’ assurdo. Temo che questa furia proibizionista sia stato un modo ipocrita per lavarsi la coscienza e dire: quello che succede poi non è colpa nostra. Non c’è un’azione concreta nelle scuole, non c’è un’azione di informazione e cultura sul gioco. Domani apre un compro oro vicino a te e devi chiudere. Credo che questa battaglia sia da condurre dal punto di vista politico, giuridico e culturale. Voi credete che non si troverà il modo di incrementare gli affari della criminalità con questa occasione? E’ una legge parziale, dannosa, ipocrita. Chi vuol giocare gioca e così lo trasporto dal bar alla sala giochi con le vlt. Non voglio criminalizzare nemmeno la sala vlt, ma facciamo attenzione ai rischi che si corrono ad eliminare il gioco legale dai bar e tabacchi” ha concluso Cassiani.

Commenta su Facebook