«Limitare gli accessi alle slot è superficiale». Leonardo Bonanni, consigliere di minoranza della Lega, attacca la vicesindaco Fabiola De Martino sulle ludopatie.

«Sono rimasto allibito – afferma Bonanni – quando De Martino con deleghe a salute e città sane, politiche sociali e politiche per la casa ha dato in escandescenze sulla mia osservazione di curare le ludopatie anche con un servizio di sostegno psicologico. Limitare solo gli orari delle sale slot è una cura all’acqua di rose – commenta –. È come se l’amministrazione comunale di Tolmezzo (UD) dicesse a chi è caduto in questa dipendenza “Ti puoi drogare da queste ore e queste ore”, senza tener conto che si può giocare on line».

Bonanni – si legge sul Messaggero Veneto – conclude con la speranza che in futuro «il vicesindaco affronti problemi di tale gravità con maggior cognizione di causa e con minore superficialità, altrimenti si potrebbe pensare che questa delega sia troppo pesante per lei». —

Commenta su Facebook