Con la delibera della Giunta Comunale del 13 febbraio l’Amministrazione di Todi (PG) ha stabilito i termini per la concessione di agevolazioni fiscali tributarie “a soggetti che procedono alla riapertura di esercizi chiusi da almeno sei mesi e all’ampliamento, per almeno il 30% della superficie dei locali, di attività commerciali, artigianali e di servizi già esistenti sul territorio comunale”.

L’agevolazione tributaria riguarda il tributo comunale sui rifiuti (TARI) e il tributo comunale per l’occupazione di suolo pubblico (TOSAP), a favore dei soggetti che a partire dal 28 giugno 2019 hanno proceduto alla riapertura o all’ampliamento dell’attività economica nel territorio comunale.

Sono esclusi dalle agevolazioni esercizi di compro oro, sale per scommesse, sale con apparecchi per il gioco d’azzardo, oltre ai subentri, a qualunque titolo, in attività già esistenti precedentemente interrotte, aperture di nuove attività e le riaperture, conseguenti a cessione di un’attività preesistente, da parte del medesimo soggetto che la esercitava in precedenza, trasferimenti di sede nell’ambito del territorio comunale a parità di superficie occupata.