“Ripeto, la ludopatia è una malattia e bisogna combatterla”. Viviana Beccalossi ha ribadito così la sua posizione in udienza, chiamata a rispondere di diffamazione dagli operatori riuniti nella sigla Agge Sardegna.

La consigliera regionale, nel 2016, aveva definito “strozzini di Stato” i gestori di apparecchi da intrattenimento. La prossima udienza è stata fissata per il 9 settembre: convocati anche il sindaco di Bergamo Giorgio Gori e l’esperto di ludopatia Simone Feder.

Articolo precedenteDL Riaperture. Ecco la bozza del nuovo decreto: fiere e parchi divertimento dal 1° luglio. Confermata per ora la sospensione di giochi e scommesse
Articolo successivoPiemonte, gioco d’azzardo: la Lega riparte dal territorio per cercare sostegno a proposta di legge