Il ministro dei Consumi spagnolo, Alberto Garzón, in un’intervista a Europa Press, alla domanda se sta valutando la possibilità di aumentare le imposte pagate dagli operatori del gioco in questa legislatura, ha detto di avere “in programma la revisione della tassazione” degli operatori del gioco e delle scommesse e ha aggiunto che sta studiando con il Tesoro “le formule”, anche se in questo momento non c’è nessuna proposta in tabella”.

In relazione alla possibilità di regolare gli orari di apertura dei punti di gioco e scommesse nel 2021, insieme alle comunità autonome, il ministro ha spiegato che esiste una regolamentazione “molto eterogenea”, per cui alcune regioni “limitano più di altre e, tuttavia, il problema sociale esiste ancora”.