“La richiesta che veniva forte dal mondo dello sport di base era però quella di avere anche dei finanziamenti a fondo perduto soltanto per questa momento di emergenza sanitaria particolarmente grave, soprattutto per quelle piccole realtà che hanno difficoltà ad accedere a un mutuo, quindi a un finanziamento che poi devono restituire e che quindi potrebbe causare un indebitamento ulteriore di piccole realtà che già hanno poche risorse. Abbiamo pertanto istituito un sostegno a fondo perduto per le associazioni sportive dilettantistiche e per le società sportive dilettantistiche che ha una base partenza di 10 milioni. Esso verrà alimentato progressivamente da un fondo – che è sempre nel decreto di oggi – che deriva da una piccola percentuale che inciderà sul montepremi complessivo di tutto il mondo delle scommesse sportive e che andrà ad alimentare, di volta in volta, questo sostegno a fondo perduto per le associazioni sportive dilettantistiche e le società sportive dilettantistiche”.

Lo ha confermato oggi in Senato il ministro dello Sport Spadafora.