azzardo
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il Consiglio comunale di Schio (VI) ha adottato, nella seduta del 24 luglio scorso, due importanti varianti al PRG.

La seconda variante, adottata all’unanimità, ha un’importanza strategica nel cercare di arginare il fenomeno della ludopatia ed è specificatamente finalizzata alla regolamentazione dell’insediamento di sale giochi e locali con apparecchi d’intrattenimento con vincita in denaro.

In questa variante vengono evidenziati 62 luoghi sensibili, da cui nuove sale giochi o locali con le macchinette dovranno essere lontani almeno 500 metri. I luoghi sensibili sono quelli frequentati da minorenni: scuole, parchi pubblici e i centri parrocchiali; le strutture sanitarie, le chiese e gli altri luoghi di culto, ma anche i centri ricreativi e sportivi. Inoltre è vietata l’installazione di nuove sale giochi o locali in cui giocare d’azzardo anche a meno di 100 metri dai bancomat, dalle agenzie di pegno o prestito e dai negozi in cui è possibile vendere oro o valori per avere contante.

Inoltre le eventuali nuove strutture dovranno essere areati ed illuminati naturalmente, nel rispetto delle disposizioni igienico sanitarie vigenti; le vetrate dovranno garantire la totale trasparenza della superficie illuminante; sarà vietato procedere con l’oscuramento delle superfici vetrate aeroilluminanti sia direttamente sui vetri che mediante la realizzazione o installazione di quinte, paraventi, contropareti o tendaggi interni al locale; sarà vietata l’installazione di insegne luminose o a luminosità intermittente all’interno dei locali, che siano visibili all’esterno degli stessi; come anche l’installazione di insegne luminose o a luminosità intermittente all’esterno di queste attività; inoltre sarà vietato ricavare ambienti o spazi interni dedicati ai fumatori con presenza di apparecchi per il gioco d’azzardo lecito.

La variante in questione, esattamente la n. 4 al PRG: è depositata da lunedì 7 agosto a mercoledì 6 settembre 2017 presso il Servizio Programmazione Urbanistica (Palazzo Molin, Via Pasini 70) ed è disponibile in libera visione al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00; è pubblicata sul sito istituzionale del Comune www.comune.schio.vi.it alla Sezione “Servizi e Uffici – Urbanistica e Territorio – Piano Regolatore Generale – Normativa, varianti adottate e approvate” (https://tinyurl.com/y7ydyonq)

Le eventuali osservazioni alla variante, dovranno pervenire da giovedì 7 settembre a venerdì 6 ottobre 2017:

• in formato cartaceo allo sportello QUIcittadino del Comune (dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 13:00; giovedì dalle 9:00 alle 18:30);

• tramite Posta Elettronica Certificata al seguente indirizzo: schio.vi@cert.ip-veneto.net .
09/08/2017/cc

Commenta su Facebook