‘Lo scorso anno un minore italiano su tre ha speso soldi in azzardo. Questi i risultati di uno studio europeo che vede il nostro Paese primo in classifica.

Advertisement

Senza il grande risultato che abbiamo ottenuto con il divieto di pubblicità all’azzardo, questi dati sarebbero stati sicuramente ancora più preoccupanti. Il controllo da remoto degli orari di funzionamento di slot e vlt è un ulteriore deterrente che salverà i cittadini dal baratro della ludopatia, ma ora bisogna focalizzare ancora di più sui nostri ragazzi’’. E’ quanto dichiara Francesco Silvestri, deputato del M5S a proposito dei dati sui minori italiani e il gioco d’azzardo.

‘L’uso della tessera sanitaria per attivare le slot eviterà che i minori possano scommettere sulla fortuna, invece di imparare a scommettere tutto su sé stessi e le proprie capacità. Stavolta è in gioco l’educazione e quindi la mentalità dei cittadini del futuro.’’