Italia Viva a Signa (FI) lancia un appello all’amministrazione comunale e intende promuovere una serie di iniziativa sul territorio proprio per combattere il gioco d’azzardo patologico. “Italia Viva si propone di stimolare a Signa un dibattito pubblico sul fenomeno e su quella legge nazionale di riordino del settore delle scommesse che non è stata ancora approvata e che ora, furbamente, sembra essere stata dimenticata. È un problema di cultura, sociale e sanitario, oltre che di legalità. Chiediamo intanto al Comune di Signa di aderire ad Avviso Pubblico, come già hanno fatto le vicine Sesto Fiorentino e Montelupo Fiorentino, che rappresenta un atto e una dichiarazione di volontà antimafia e di sostegno della legalità, e di seguire con gli esperti dell’associazione gli otto passi che un ente locale può mettere in pratica per gestire e contrastare gli effetti dannosi di questo devastante fenomeno sul territorio e sui suoi abitanti. Appena sarà possibile, Italia Viva Signa organizzerà, con la collaborazione di Avviso Pubblico e delle associazioni che contrastano questo fenomeno, un progetto proprio per cambiare le “regole del gioco” e creare quella consapevolezza che impedisce l’insorgere della dipendenza da gioco d’azzardo. Vogliamo favorire ogni possibile consapevolezza nei nostri concittadini su questo fenomeno, superando l’evidente deficit di informazione indipendente e credibile e aprendo il dialogo e il dibattito pubblico per far emergere la reale portata di quello che ormai è per molti un dramma personale, familiare e sociale e per sostenere l’approvazione della legge di riforma del settore”.