“Da mesi stiamo denunciando il rischio che la nostra nazione corre con la mafia nigeriana, allarme che viene segnalato da tutte le fonti di intelligence, dalla stampa internazionale e dalle nostre strutture antimafia. La mafia nigeriana è una mafia particolarmente feroce, dedita al traffico di droga, di esseri umani, allo sfruttamento della prostituzione, al gioco d’azzardo e, di recente, gli organi di informazione riferiscono notizie molto preoccupanti circa il traffico degli organi”.

Lo ha detto ieri in Aula al Senato, Antonio Iannone (FdI), illustrando la propria interrogazione sulla realizzazione di un piano straordinario per la sicurezza dell’area di Castelvolturno e rivolgendosi al Ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

“Castelvolturno è diventata la Gotham City del Sud. È diventata la centrale della mafia nigeriana, una città che è stata martoriata, prima dalla camorra e ora da questo fenomeno. Vede la presenza di oltre 25.000 immigrati, che rappresentano i carcerieri di quei cittadini italiani onesti, che fanno il proprio dovere e che sono assediati dalla criminalità.

Lei ha annunciato che domani, doverosamente, sarà a Napoli. Mi chiedo se intenda essere, in divisa o in borghese, anche a Castelvolturno e soprattutto le chiedo se sia intenzione del Governo – visto che la sua collega ministro Trenta, ieri, rispondendo a un’interrogazione del nostro leader nazionale, onorevole Giorgia Meloni, si è detta disponibile – predisporre in concreto un piano che possa portare l’Esercito a Castelvolturno, per garantire nuovamente la legalità e la sicurezza”.