“L’articolo 15 dispone circa le funzioni di prevenzione, trattamento e riduzione del danno, correlate all’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope, alle ludopatie e alle altre dipendenze, svolte dalle regioni e dalle province autonome, prevedendo, tra l’altro, la definizione, in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome, dei relativi principi e livelli essenziali di assistenza (che devono essere garantiti sul territorio nazionale)”.

E’ quanto ha detto la presidente Parente (IV-PSI), relatrice per la Commissione Igiene e sanità del Senato, anche a nome del presidente Ostellari, relatore per la Commissione Giustizia del Senato, illustrando i provvedimenti (2046) Aimi (FIBP-UDC) ed altri “Modifica all’articolo 73 del testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, in materia di innalzamento della pena relativa alla produzione e al traffico di sostanze stupefacenti” e (2529) Pittella (PD) ed altri “Disposizioni per la tutela della salute, per la regolamentazione del consumo, della produzione e del commercio della cannabis e dei suoi derivati, nonche´ per la prevenzione e la ricerca in materia di uso di sostanze psicoattive”.

“Gli articoli 17, 18, 19 e 20 – ha proseguito – propongono ulteriori novelle al suddetto testo unico, concernenti, rispettivamente: il riconoscimento e l’accreditamento dei soggetti afferenti alle reti territoriali per la prevenzione, i trattamenti e le riduzioni del danno, relative ai «consumatori problematici» e ai soggetti che presentano ludopatie o altre dipendenze; le funzioni e le iniziative che possono essere svolte nella suddetta materia dalle regioni o dagli enti locali mediante la stipulazione di convenzioni tra le aziende sanitarie locali, gli enti locali ed altri enti, centri o associazioni; la terapia volontaria e la possibilita` di beneficiare dell’anonimato per chi faccia uso personale di sostanze stupefacenti o psicotrope; la definizione e l’attuazione dei programmi terapeutici e socio-riabilitativi per i consumatori delle suddette sostanze, programmi che devono essere personalizzati e concordati con l’interessato”.