“La legge 11 marzo 2014, n.23, «Delega al Governo recante di­sposizioni per un sistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita», ha co­stituito nel corso della scorsa legislatura un intervento normativo volto a rivedere alcuni degli elementi del sistema tributario per in­dirizzare la leva fiscale al sostegno della crescita economica e rafforzare l’equità complessiva del sistema stesso. In attuazione della delega sono stati emanati una serie di decreti legislativi, nonché disposizioni attua­tive a carattere autonomo, che hanno interes­sato le seguenti tematiche: stima e monito­raggio dell’evasione fiscale, monitoraggio e riordino delle disposizioni in materia di ero­sione fiscale, disciplina dell’abuso del diritto ed elusione fiscale, gestione del rischio fi­scale, governance aziendale, tutoraggio, ra­teizzazione dei debiti tributari e revisione della disciplina degli interpelli, semplifica­zione degli adempimenti, revisione del si­stema sanzionatorio, fatturazione elettronica, superamento di Equitalia spa, imposizione dei redditi di impresa, redditi di imprese transfrontaliere e ruling internazionale, tas­sazione dei tabacchi lavorati. Non sono state attuate nel termine previsto le disposizioni in materia di giochi, catasto e fiscalità am­bientali”.

E’ quanto si legge nel disegno di legge “Delega al Governo per la revisione del catasto” d’iniziativa dei senatori Marino e Nannicini (Pd).