“Urgono, inoltre, misure straordinarie con una immediata immissione di liquidità, non sotto forma di prestiti bancari, signor Ministro, ma di finanziamenti in conto capitale per quei settori che ha citato anche lei, sconvolti da questa emergenza.

Parlo del florovivaismo, di cui abbiamo già parlato, che è completamente in ginocchio; della zootecnia da latte che, con la chiusura di bar, pasticcerie, ristoranti, mense, ha perso una fetta importante del suo mercato; per non parlare del vitivinicolo, della pesca, dell’agriturismo, con le attività ad esso connesse (ippica, ippoturismo). Per questi settori, oltre all’immissione di liquidità, ci vuole il blocco totale dei pagamenti fiscali, previdenziali, tributari, bancari per almeno un anno. Dobbiamo dare loro la tranquillità di poter ricominciare a guadagnare, di riconquistare una normalità”. Lo ha detto in Aula al Senato Fulvia Michela Caligiuri (Fi-Udc) durante la discussione sull’informativa del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali connessa all’emergenza Coronavirus.