Il DG dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Marcello Minenna e il Presidente del Coni Malagò siglano due importanti protocolli d’intesa.
Il primo protocollo è volto a contrastare il fenomeno del match fixing attraverso un rapido e circostanziato trasferimento di informazioni in presenza di flussi anomali di giocate. Obiettivo è quello di garantire correttezza e trasparenza sulla raccolta delle scommesse e regolarità delle stesse competizioni sportive.
Il secondo finalizzato a fornire le informazioni più appropriate e semplificare tutti gli adempimenti previsti per l’introduzione nel territorio unionale dei materiali necessari allo svolgimento di eventi e manifestazioni internazionali con sede in Italia.
Presenti anche il Segretario Generale del Coni, Carlo Mornati e il Procuratore Generale dello Sport, Ugo Taucer.
Una volta “rilevato un flusso anomalo di scommesse relativo alle competizioni sportive soggette alla giurisdizione della Procura Generale dello Sport” l’Agenzia delel Dogane e dei Monopoli informerà la Procura Generale dello Sport “fornendo tutti i riferimenti utili in suo possesso”. La Procura,  ricevuta l’informativa, la trasmetterà “alla Procura Federale competente, con contestuale richiesta di fornire l’elenco di tutti i tesserati coinvolti nella competizione sportiva” per poi comunicare i dati all’ADM.
L’Agenzia “riscontra i dati dei titolari dei conti di gioco in suo possesso con quelli dei tesserati forniti dalla Procura Generale dello Sport, effettuando tutti i controlli di sua pertinenza eventualmente anche tramite Sogei, inclusi eventuali collegamenti tra i tesserati ed eventuali scommettitori prestanome”, per poi comunicare “l’esito dei controlli effettuati a Procura Generale dello Sport e all’UISS per il seguito di competenza» e la Procura le trasmetterà «alla Procura Federale per il compimento dell’indagine disciplinare”.
I dati saranno richiesti e trasmessi con provvedimento formale e saranno trattati attraverso una piattaforma informatica dedicata il cui accesso è consentito ai soli soggetti autorizzati.