Malta. L’autorità maltese firmerà a breve un accordo di collaborazione con le autorità italiane per reprimere il crimine in materia di gioco d’azzardo irregolare.

 

 Il segretario parlamentare maltese Silvio Schembri ha dichiarato che l’Autorità di gioco di Malta (MGA) e le autorità italiane firmeranno un accordo per rafforzare la collaborazione al fine di contrastare l’attività irregolare nel settore del gioco d’azzardo.

E’ quanto ha dichiarato nel corso del suo intervento al terzo summit annuale organizzato da KPMG, che ha visto la presenza di circa 300 delegati.

Schembri ha detto che la partnership contribuirà a migliorare la reputazione di Malta in quanto a misure per la repressione del crimine.

Schembri ha aggiunto che l’accordo consente a entrambe le parti di condividere ulteriormente le informazioni di intelligence e le posizionerà in modo più strategico per individuare le attività irregolari.

Ha sottolineato anche che la legge recentemente promulgata da Malta ha già messo la MGA in una posizione più forte per affrontare il riciclaggio di denaro sporco, le frodi e altre attività criminali.

“Malta, con il suo attuale ecosistema di gioco e le credenziali di ‘Home of Gaming Excellence’, offrirà il panorama ideale per gli atleti, le imprese e i tornei di e-sport “, ha detto Schembri, che ha anche aggiunto che il governo sta adottando le nuove tecnologie per lanciare un framework per criptovaluta e una strategia per gli eSport.

Sottosegretario ha aggiunto che il settore dei giochi è uno dei principali pilastri dell’economia maltese e ha ribadito l’impegno del governo su un settore così attraente per gli investitori stranieri.

Da parte sua, l’amministratore delegato di Malta Gaming Authority, Heatcliff Farrugia, ha spiegato come l’azioen della Autorità maltese sia stata determinante per la chiusura di un numero rilevante di operatori  che sono ora oggetto di indagine da parte delle autorità italiane. “E ‘importante dire che le indagini svolte, non sono state una sorpresa a Malta, perché siamo stati coinvolti nelle indagini. Le indagini sono partite oltre un anno e mezzo fa“.

Farrugia ha accolto con favore l’accordo con le autorità italiane, perché le organizzazioni criminali possono essere fermate solo attraverso una maggiore collaborazione.

“Vogliamo essere certi che ci sia piena collaborazione per garantire il contrasto alla attività di organizzazioni stanno utilizzando sia Malta che l’ Italia per fare il riciclaggio di denaro, pensiamo che il modo migliore per controllare è che i due paesi cooperano tra di loro“, ha concluso Farrugia.

 

 

Commenta su Facebook