slot
Print Friendly, PDF & Email

“Il 17 ottobre scorso ho presieduto il primo tavolo di lavoro del gruppo che ha deciso di impegnarsi con l’amministrazione comunale per mettere in atto buone pratiche orientate alla prevenzione e al sostegno alle persone che, catturate patologicamente nel gioco d’azzardo, vogliano intraprendere un percorso di uscita dalla dipendenza”.

Afferma il sindaco di Santeramo, Fabrizio Baldassarre, rispondendo alle accuse mosse dalla locale sezione del Pd in merito alla presunta inerzia dell’amministrazione comunale sul problema.

Al tavolo erano presenti l’assessore alle politiche sociali ed educative Rosa Colacicco, il capogruppo del M5S in Consiglio, Rocco Lillo, la referente del gruppo di lavoro No-GAP, Giusy De Vivo (Associazione Edonè), rappresentanti di Azione Cattolica, PSL Diocesana, Santeramo in MoVimento.

“Ho comunicato al tavolo l’impegno di portare in approvazione in Consiglio un Regolamento comunale che fissi le norme che devono essere rispettate dalle attività esercenti gioco d’azzardo e scommesse in coerenza con la legge regionale” continua Baldassarre.

“Il gruppo di lavoro – ha ribadito il sindaco – deve aprirsi anche ad altre associazioni del terzo settore che intendono impegnarsi su questo tema. Lancio, pertanto, un appello affinché possano contattare me o l’assessore Colacicco tutti i rappresentanti di gruppi che vogliano lavorare per affrontare azioni propositive sul contrasto al gioco d’azzardo (slot, scommesse, gratta e vinci, ecc.)”.

Commenta su Facebook