azzardo
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Un protocollo d’intesa tra il comune di Sant’Agata de’ Goti (BN) e la Diocesi di Cerreto Sannita – Telese – Sant’Agata de’ Goti, per la costituzione di un osservatorio permanente sul gioco d’azzardo. E’ quanto sancito dalla giunta Valentino con atto n.35 del 29 gennaio scorso.
Il protocollo d’intesa, che vede coinvolti tutti i comuni del territorio diocesano, arriva come atto conclusivo di discorso avviato da tempo e voluto da mons. Domenico Battaglia, sposato appieno e condiviso in più occasioni ed incontri anche dal primo cittadino Carmine Valentino e dall’amministrazione della città di Sant’Agata de’Goti.

La giunta Valentino ha esaminato ed approvato, dunque, il documento elaborato e proposto dalla Diocesi e si è detta pronta a sottoscrivere il protocollo ed impegnarsi fattivamente nella lotta al gioco patologico. Ricordiamo che il comune di Sant’Agata de’ Goti ha già adottato, da diversi anni (D.C.C. 79/14), un regolamento per la disciplina delle sale giochi e l’installazione degli apparecchi di intrattenimento e svago nelle sale biliardo, sale bingo ed agenzie di scommesse ippiche/sportive.

“Non possiamo che condividere l’intento e i propositi del nostro Vescovo Mons.Battaglia – ha dichiarato l’assessore Giovannina Piccoli – siamo certi che occorra provare in ogni modo a limitare il proliferare di fenomeni, come il gioco d’azzardo, che portano inevitabilmente verso una pericolosa deriva sociale. In particolar modo, in questo periodo storico, un lungo periodo di crisi sistemica, è nostro dovere supportare le fasce più deboli della popolazione e farlo mettendo in campo adeguati strumenti di prevenzione. Come Don Mimmo stesso ha detto in diverse occasioni “bisogna essere samaritani non solo dell’ora dopo, ma anche dell’ora prima” perché “anche voi vi chinate a lenire le ferite, ma molte ferite potrebbero essere prevenute. Con questo spirito e con un comune obiettivo, per costruire un percorso virtuoso, non possiamo che condividere e sottoscrivere il protocollo d’intesa per la costituzione di un osservatorio permanente sul gioco d’azzardo”.

Commenta su Facebook