slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Vogliamo esprimere ora grande gioia per l’approvazione – all’unanimità – del nuovo Regolamento comunale su ludopatia e gioco “lecito”.

Già a febbraio 2017 il Consiglio Comunale aveva approvato, con emendamenti, una nostra mozione che mirava alla scrittura di un regolamento in merito, e da allora non abbiamo mai smesso di seguire l’evolvere di questo percorso e di spingere affinché si arrivasse presto alla stesura di un regolamento” scrive in una nota il M5S di Sansepolcro (AR).

“Recentemente la segretaria comunale dott.ssa Giovanna Fazioli, partendo da un testo redatto dall’ANCI, ha prodotto una prima bozza di regolamento. Tale bozza è stata portata nella Commissione Regolamenti e, in quella sede, sono giunti preziosi contributi migliorativi dalle varie forze politiche e dalla dott.ssa Clara Merluzzi, validissima dipendente del nostro Comune.

Siamo arrivati ad un testo che disciplina in modo fermo l’apertura di nuove attività, introducendo distanze molto significative da rispettare (500 metri) da luoghi sensibili come istituti scolastici di qualsiasi grado, luoghi di culto, sportelli bancomat e istituti di credito. Sono considerate nuove installazioni anche i casi di stipulazione di un nuovo contratto, anche con un differente concessionario, e nei casi di rescissione o risoluzione del contratto in essere l’installazione dell’apparecchio in altro locale in caso di trasferimento della sede dell’attività.

Inoltre, vengono introdotti meccanismi premianti per le attività già esistenti che vorranno dismettere i giochi in esse presenti. Un punto che ci piace molto è anche quello che introduce un concorso di idee tra le scuole per realizzare un logo “no slot” che le varie attività che si muoveranno in questa direzione potranno utilizzare.

Il testo definitivo è dunque un eccellente documento che, ne siamo sicuri, rappresenterà un validissimo strumento per la lotta a un problema tanto sentito come quello della ludopatia. Ci auguriamo che, come nel caso del regolamento sui fitofarmaci, anche qui i Comuni a noi vicini ci vogliano imitare” conclude il M5S.

Commenta su Facebook