Approdano in Conferenza Stato Regioni i riparti per il fondo sanitario destinato ai Lea. Si tratta di  111.490,27 milioni.

Il finanziamento al sistema sanitario nazionale ammonta a 114.474,00 milioni di euro, ridotti però di 164 milioni e di 500 milioni per il finanziamento rispettivamente del Fondo per il concorso al rimborso alle regioni per l’acquisto dei medicinali innovativi e del Fondo per il concorso al rimborso alle regioni per l’acquisto dei medicinali oncologici innovativi. Somme che saranno ripartite secondo le modalità previste dal decreto 16 febbraio 2018 dei  ministri della Salute e dell’Economia.

Quindi il riparto 2019 si assesta su 113.810,00 milioni di euro di cui 111.079,47 milioni di fondo indistinto (in cui sono compresi 50 milioni per la cura dalla dipendenza dal gioco d’azzardo come da decreto legge Balduzzi, 69 milioni per il rinnovo delle convenzioni, 200 milioni i lavoratori extracomunitari, 186 milioni per il concorso al rimborso alle regioni per l’acquisto di vaccini, 150 milioni per il concorso al rimborso alle regioni per i processi di assunzione e stabilizzazione del personale del Ssn, 25 milioni per la trasmissione telematica dei certificati medici) e 1.814,72 milioni di quote vincolate e programmate (629,63 milioni vincolati per altri enti e 286,18 milioni accantonati per il contributo a vari enti).

Ai Lea quindi vanno 111.490,27 milioni, ripartiti dopo aver calcolato il costo medio pro-capite, per i singoli livelli di assistenza, tra le tre regioni benchmark, rapportato alla popolazione pesata a gennaio 2018 calcolata utilizzando i pesi del riparto del Fsn 2011 e 2017, prevedendo che la quota percentuale assicurata alla migliore regione di riferimento non può essere inferiore alla quota percentuale già assegnata alla stessa l’anno precedente, al netto delle variazioni di popolazione.