“Con il destino dell’Italia in ballo non stiamo facendo riunioni per decidere il sindaco di Gallarate (in provincia di Varese)”, ha aggiunto. “Oltre alla salute, l’altro tema centrale sarà quello del lavoro, tasse e fisco. Sto ascoltando tutte le categorie produttive ed entro domani conto di sentire Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, i consulenti del lavoro, gli ordini professionali, Coldiretti e Confagricoltura, per portare al tavolo le proposte dell’Italia che produce. Una su tutte, una pace fiscale, un taglio dell’Irpef soprattutto per i lavoratori autonomi che hanno sofferto piu’ di altri”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini (nella foto), parlando con i cronisti fuori da Palazzo Lombardia a Milano.

“Quindi salute e lavoro, di altro domani al tavolo con il professor Draghi non parleremo. C’e’ un modello lombardo che è il più avanzato dal punto di vista della messa in sicurezza della popolazione, delle vaccinazioni. Proporremo a Draghi il modello Bertolaso”. Le riaperture di bar e ristoranti e il via ai cantieri fermi: sono questi alcuni dei punti su cui dovrà lavorare il nuovo governo, spiega Salvini. “Abbiamo già sottoposto al professor Draghi il tema delle riaperture dei ristoranti”, riferisce il segretario leghista. “Non si capisce perchè i bar e ristoranti possono rimanere aperti a pranzo e non a cena. Sono inspiegabili i silenzi del governo”.