casino campione
Print Friendly, PDF & Email

“I politici devono capire che il Casinò è per questa città vitale. Venezia, Sanremo o Saint Vincent hanno altre risorse, per noi invece il casinò è l’azienda, quella che ci permette di vivere” E’ quanto ha dichiarato Roberto Salmoiraghi, sindaco di Campione d’Italia, durante il suo intervento alla conferenza stampa che si è tenuta nell’aula consiliare del comune di Campione. “Non possiamo morire, ci stanno asfissiando, poco per volta. La gente sta annaspando, è disperata”. “Il destino dei lavoratori è una preoccupazione che non ci fa dormire. I lavoratori della casa da gioco cosa faranno? I liquidatori a settembre cosa decideranno? Li licenzieranno. Sono problemi che affronteremo in questi giorni. E’ possibile che nessuno ci ascolti? Quello di oggi è un appello doveroso. La politica in questa momento è assente. Abbiamo fatto quattro richieste di incontro, nessuna risposta. Perchè questo silenzio? Che colpa hanno i cittadini. Abbiamo anche un piano di rilancio, ma nessuno ci permette di presentarlo e discuterlo” ha detto Sailmoiraghi “Ho ricevuto nei giorni scorsi una lettera dell’onorevole pentastellato Currò. Una lettera molto polemica che tradisce una scarsa informazione dei fatti da parte del parlamentare e soprattutto dai toni molto aggressivi. Una lettera nella quale mi si chiede di mettermi da parte per fare spazio a un commissario. Una richiesta degna di un regime totalitario perché la mia amministrazione è stata eletta dai cittadini democraticamente e sta gestendo una fase molto difficile per la quale il Governo deve darci delle risposte dato che Campione ha sempre contribuito con cifre notevoli al bilancio dello Stato italiano”. “Non è giusto non essere ascoltati. Il governo deve darci ascilto e io non devo pagare per colpe non mie. Passi indietro non ne faccio, semmai faccio passi avanti. Il consenso ministeriale al piano di risanamento ce lo devono dare. Il piano prevede di equiparare i costi dei dipendenti a quello dei dipendenti del casinò di Lugano, con norevoli risparmi. Si tratta di milioni che ci consentono di andare avanti. Mi devono spiegare perchè non si può trovare una soluzione”

“Oggi farò una nuova richiesta. Qui abbiamo una situazione drammatica. La gente è disperata e saremmo alla canna del gas se non avessimo la solidarietà e l’aiuto dei comuni svizzeri limitrofi” ha aggiunto il sindaco.

Commenta su Facebook