tv minore
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Rosà (VI) ancora in prima linea nella lotta al gioco d’azzardo. Proprio il Comune di Paolo Bordignon fu il primo, anni fa, a dare un giro di vite alle sale slot sul territorio. Rosà è stato anche il primo comune a limitare il numero di ore di apertura delle sale gioco.

Questa sera la sala consigliare del municipio ospiterà un convegno sul tema con numerosi esperti del settore.

“Nel 2015 abbiamo attuato un regolamento che è stato preso di base dalla Conferenza dei Sindaci del Bassanese – ha spiegato il sindaco -. Abbiamo ristretto le aree dove possono sorgere gli apparecchi da gioco. Nel 2016 abbiamo dato vita ad un’ordinanza più restrittiva. Quello della ludopatia è un problema sociale, come Amministrazione per contrastare il gioco patologico vogliamo spingerci oltre i regolamenti”.

Bordignon ha poi lanciato un messaggio al governo che entrerà in carica dopo il prossimo 4 marzo: “Un aspetto davvero importante sarebbe quello di vietare la pubblicità dei giochi”.

Commenta su Facebook