Sono tornati in piazza per il secondo giorno consecutivo. Protestano contro le misure anti-Covid e chiedono la riapertura immediata delle proprie attività. Titolari di bar, ristoranti, palestre, balneari, operatori giochi: la manifestazione riunisce alcune tra le categorie più colpite dalla pandemia.

Tante quindi le persone arrivate al Circo Massimo, tra cui come detto molti lavoratori del settore del gioco pubblico legale, stremati da ormai troppi mesi di chiusura forzata. Tra di loro presente anche Pasquale Chiacchio di Giocare Italia. Il comparto è ormai in ginocchio come pochi altri e la riapertura è ormai una necessità non più rinviabile. La protesta è stata chiamata «Una volta, per tutti» ed è stata organizzata dalle associazioni Roma più bella, Ihn (Italian hospitality network), Tni Italia (Tutela nazionale imprese) e Lupe Roma.