La minoranza consiliare di San Benedetto del Tronto (AP) chiede di verificare che gli orari di apertura dei locali in cui si pratica gioco siano rispettati.

Nello specifico Rosaria Falco, Marco Curzi, Bruno Gabrielli, Giorgio De Vecchis, Andrea Sanguigni e Tonino Capriotti chiedono la convocazione della commissione congiunta sicurezza e affari sociali. Entro 15 giorni l’incontro a tema verrà convocato.

Già nel consiglio comunale del 3 dicembre – si legge su picenonews24.it – la minoranza aveva presentato un’interrogazione simile. Durante la discussione, Rosaria Falco aveva reso note alcune segnalazioni pervenutele, secondo le quali alcuni locali con slot machine non avrebbero rispettato gli orari di chiusura. A San Benedetto questi locali devono chiudere dall’una di notte alle 14. Questo è quanto prescrive l’ordinanza del 16 luglio 2019. A questa si sono adeguati anche i comuni di Grottammare e Cupra Marittima.

La minoranza vuole vederci chiaro anche sulla circolare del Ministero dell’Interno dello scorso 6 novembre. Il documento in questione ridurrebbe la fascia massima di chiusura imponibile a sei ore: la metà di quella decisa dalle amministrazioni rivierasche.

All’incontro di gennaio verranno anche tecnici e dirigenti della polizia municipale. Scopo dei consiglieri è anche scoprire se i controlli effettuati dagli agenti hanno portato all’elevazione di verbali. Infine, la commissione farà luce sulla paventata assenza di collegamento della polizia con gli strumenti informatici centralizzati preposti al controllo.