E’ quanto fa sapere oggi il governatore del Veneto Luca Zaia.

“Con il governo abbiamo insistito anche per studiare l’apertura dei centri estivi per i bambini tra zero e 14 anni, ma il governo ha insistito per stralciare il provvedimento e affrontarlo in questa settimana”, ha detto in conferenza stampa.”Accanto a questo tema, sono state rinviate ad un ulteriore approfondimento anche le riaperture delle sale gioco, delle discoteche e dei parchi divertimenti”, ha aggiunto il governatore.

Nel dcpm che oggi il Governo renderà pubblico recepisce le indicazioni sulle riaperture. “Sono rimaste in canna le grande aggregazioni, i parchi, le sale gioco, e tutto il tema delle giostre e spettacoli viaggianti. La nostra speranza è che il governo questa settimana, in un confronto, accetti le nostre indicazioni. Sono la coda finale, quello che ancora resta da aprire”.