Domani l’Istituto superiore di sanità pubblicherà il report con i dati aggiornati e dopo la cabina di regia il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà le ordinanze che entreranno in vigore lunedì 14 giugno

Dal prossimo lunedì entreranno sicuramente in zona bianca altre sei tra regioni/province autonome, con la conseguente ripresa in questi territori di quasi tutte le attività, incluse quelle del gioco legale. Si tratta di Lazio, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, provincia di Trento e Puglia. Tutte infatti hanno rispettato il parametro richiesto dal Decreto riaperture per la zona con minori restrizioni: incidenza settimanale di casi ogni 100mila abitanti sotto i 50 casi per tre settimane consecutive. Lo si ricava dai dalla media mobile ad oggi, anche se bisognerà attendere i dati ufficiali del monitoraggio: Lazio (23), Lombardia (22), Piemonte (25), Emilia Romagna (23), provincia di Trento (26) e Puglia (23).

Queste andranno ad aggiungersi alle regioni che hanno già raggiunto la zona bianca nelle scorse settimane: Veneto (14), Liguria (10), Umbria (18), Abruzzo (17), Sardegna (13), Molise (8) e Friluli Venezia Giulia (16).

Lunedì 21 giugno, salvo sorprese, ci saranno poi ulteriori ingressi. Tutte le candidate anche questa settimana sono infatti rimaste sotto la soglia dei 50 casi: Calabria (37), Campania (31), Marche (27), Provincia autonoma di Bolzano (31), Sicilia (39), Toscana (28) e Basilicata (33).

Per ultima toccherà alla Valle d’Aosta, che dovrà aspettare fino al 28 giugno. Questa settimana intanto scenderà sotto i 50 contagi: ad oggi la media mobile è infatti di 26. Se il dato sarà confermato anche nei monitoraggi del 18 e 25 giugno a quel punto tutta l’Italia sarà bianca.