Fedriga, presidente delle Regioni, chiederà un incontro urgente con il Cts. Tra le richieste anche quella di anticipare la riaperura di sale giochi e scommesse

Superamento del coprifuoco, anticipazione delle date di apertura per sale bingo, casinò, fiere, wedding, parchi tematici e divertimento e ambulanti, utilizzo di doccia in palestra e piscina al chiuso, aperture delle discoteche da luglio con green pass e assimilazione delle discoteche a ristoranti dal primo di giugno al primo di luglio: sono queste le richieste che i governatori presenteranno al governo per modificare il decreto legge in vigore relativamente alla zona gialla. Nessuna decisione è stata invece ancora presa sulla proposta – tra gli altri del governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga e presidente della Conferenza in testa – di imporre il coprifuoco alle 24 nelle regioni in fascia bianca, anche se la linea prevalente è quella di non avere alcun coprifuoco. I presidenti si trovano invece d’accordo sulla necessità di anticipare alcune riaperture e di adottare nella zona bianca gli stessi protocolli della zona gialla.

Fedriga ha fatto sapere che chiederà un incontro urgente con il CTS per chiarire le attività consentite e annuncia che ci sarà un incontro con il ministro della salute Roberto Speranza “per delineare le attività consentite in zona bianca”. Tra le altre richieste c’è quella di imporre la consumazione al tavolo per bar e ristoranti all’aperto e impedire gli assembramenti.

Visti i dati che dimostrano la discesa della curva epidemiologica i governatori chiedono di anticipare le ripartenze delle attività previste per il 1° luglio.