“Nelle riaperture previste dal governo, va ricompreso il settore del gioco legale, sulla base di protocolli sanitari certificati, per contrastare il tentativo della malavita organizzata di controllare un settore così esposto e così problematico anche per la salute pubblica”. E’ quanto dichiara Pier Paolo Baretta (nella foto), ex sottosegretario al Mef con delega ai giochi e oggi consigliere del Comune di Venezia.

“Ciò è tanto più importante in questi giorni in cui, in tutta Italia, si susseguono le manifestazioni dei lavoratori del gioco pubblico, come quella convocata oggi dai dipendenti del Casinò di Venezia. Va anche completato il riordino, attraverso una razionalizzazione e riduzione dell’offerta territoriale. Il governo e le Regioni riavviino il tavolo della conferenza unificata per arrivare ad una nuova intesa che orienti le scelte a tutti i livelli”.