Già nella serata di ieri, tramite indiscrezioni non confermate ma riferibili a fonti istituzionali, si è cominciato a parlare del 12 giugno come data possibile per lo sblocco delle attività di gioco legale.

Lungi dal voler alimentare false illusioni in un settore fortemente provato da una chiusura che si protrae da 3 mesi, ci limitiamo a riportare voci confermate anche da rappresentanti del comparto che in questi giorni stanno lavorando e si stanno confrontando con le istituzioni.

Nel corso della mattinata di ieri sarebbero intercorsi incontri con esponenti della politica e del governo per cercare di capire e avere conferme sulla tempistica di riapertura delle attività sospese come da provvedimenti Covid-19.

Incontri dai quali sarebbe emerso un moderato ottimismo, considerando la difficoltà riscontrata nelle scorse settimane anche ad avere risposte in merito.

Nei prossimi giorni, come confermato dal ministro Spadafora, sarà pubblicato il dpcm nel quale verranno fornite indicazioni sulla ripresa delle partite di Coppa Italia, la prima delle quali il 12 giugno, e la riprese delle attività di sport amatoriale, anche di gruppo.

L’auspicio dei rappresentanti del comparto e’ che in quella occasione vengano fornite indicazioni su tempi e modalità di riavvio delle attività, compresa la raccolta di scommesse e attivazione delle slot, anche in considerazione della ‘apertura’, in questi giorni, da parte di alcune Regioni.