Anche Rescaldina (MI) ha il suo “Decreto Ristori”: da mercoledì 2 a mercoledì 16 dicembre commercianti e micro-imprese potranno partecipare al bando pubblicato da Piazza Chiesa per l’erogazione di contributi a fondo perduto. In tutto il comune ha stanziato 55mila euro per far ripartire le attività economiche di vicinato del paese, una delle categorie più colpite da una crisi che ormai da tempo non è più solo sanitaria.

Non rientrano nel bando le vetrine che esercitano o comunque ospitano attività che possono provocare ludopatia, compro oro e affini, le attività per la vendita di armi munizioni ed esplosivi e quelle iscritte al registro delle imprese dopo il 1° novembre 2020 o cessate prima della pubblicazione del bando. Escluse dal finanziamento anche le imprese con unità locale nelle zone ad alta densità commerciale dove viene applicata la tariffa dell’imposta sulla pubblicità e pubbliche affissioni come “categoria speciale”.