Repubblica Ceca. Il governo di Praga ha approvato un pacchetto tariffario che, con effetto dal 1 ° gennaio 2020, regola la tassazione dei prodotti del tabacco, degli alcolici e del gioco d’azzardo.

La legge risponde all’aumento di sostanze che provocano dipendenza, a seguito dell’aumento degli standard di vita,  nella Repubblica Ceca e rappresenta una strategia di intervento a lungo termine da parte del Ministero della Salute e del Coordinatore nazionale per la politica in materia di droga. Mentre il salario medio nella Repubblica ceca è aumentato di quasi la metà tra il 2009 e il 2018 l’accisa sull’alcol è aumentata per l’ultima volta nel 2010.

“Il nostro paese ha compiuto notevoli progressi nel campo della lotta alla dipendenza negli ultimi anni. Fino al 2012 c’erano 75.000 distributori automatici di sigarette e 7.500 sale giochi. Le misure che hanno significativamente eliminato questi fenomeni negativi ci riportano nel mondo civilizzato. Ma gli esperti ci dicono che non dobbiamo abbassare la guardia. Mentre nel 2014 sono stati spesi circa un miliardo di corone per le politiche contro le droghe, oggi la cifra è aumentata a oltre 1,6 miliardi di CZK e sta crescendo ogni anno. Pertanto, l’aumento delle accise non solo peggiora la disponibilità di sostanze che creano dipendenza, ma consente anche di raccogliere fondi per sostenere progetti di prevenzione “, afferma il ministro delle finanze Alena Schillerová.

“La Repubblica Ceca è stata in cima alla classifica per il consumo pro capite di alcolad una crescita del gioco online.  Il consumo di sostanze che provocano dipendenza non solo ha effetti negativi sulla salute della popolazione ceca, ma rappresenta anche un alto onere economico per i bilanci pubblici”, afferma il coordinatore nazionale delle droghe Jarmila Vedralová.

 

Le misure sul gioco d’azzardo

Il pacchetto include anche una modifica alla tassa sul gioco. Per quanto riguarda il gioco d’azzardo, il Tesoro propone di aumentare l’imposta dal 23% al 25% sulle scommesse a quota fissa, sui giochi di totalizzatore, lotterie e tornei su piccola scala, e dal 23% al 30% per lotterie, bing e giochi dal vivo. Non sono esclusi molti altri piccoli cambiamenti alla tassazione e alla regolamentazione di altri tipi di giochi d’azzardo.

La modifica proposta alla legge sulla tassazione del gioco d’azzardo divide la tassa sul gioco d’azzardo in tre livelli in base alla pericolosità degli eventi di gioco individuati allo stesso modo del progetto di legge sul gioco d’azzardo del 2015.

Il Ministero delle Finanze propone di aumentare la tassa sulle videolotterie, sulle slot machine e ai giochi tecnici, anche perché i profitti delle lotterie o dei giochi dal vivo servono come fonte di reddito per i servizi alla comunità. Allo stesso tempo, sono necessari profitti per affrontare i costi statali in relazione al trattamento e alla risocializzazione dei giocatori. Le lotterie rimangono, anche a tasse più elevate, ancora meno rischiose dei distributori automatici .

Il pacchetto include anche l’annullamento dell’esenzione sulle vincite che superano 100.000 CZK. Questa proposta integra l’emendamento proposto dal Gambling Act e mira a ridurre la domanda di gioco da parte dei giocatori. Le vincite nazionali saranno soggette a ritenuta d’acconto del 15%.