slot

Il regolamento per il contrasto al gioco d’azzardo di Fonzaso (BL) inizia a produrre i suoi effetti. In 4 bar sono infatti state rimosse le slot. Il regolamento voluto nello specifico dall’assessore alle politiche sociali Daniele De Marchi è stato frutto di un lavoro di équipe. Per i bar che tengono le macchinette e sono a meno di 500 metri di distanza da siti sensibili, come scuole, giardini e parchi pubblici e luoghi istituzionali, basta che si cambi gestione o si modifichi il contratto in essere con il Comune (proprietario di alcuni edifici), per far scattare il divieto.

«La preoccupazione prima è quella di proteggere le fasce deboli, come minori e anziani, magari esposti alla tentazione. Non abbiamo reso retroattivo il provvedimento, anche perché questo avrebbe esposto noi al rischio di ricorsi. Ma ora, per effetto del regolamento, ci si deve attenere a quanto esso prescrive. Non abbiamo l’illusione di poter debellare dall’oggi al domani una patologia come quella del gioco d’azzardo, ma per noi è stato fondamentale dare un segnale politico preciso che ci auguriamo possa attecchire anche in altri Comuni».

Commenta su Facebook