La Gambling Commission britannica ha approvato il finanziamento di un nuovo programma regionale di sanità pubblica per ridurre i danni causati dal gioco d’azzardo nello Yorkshire e nell’Humber.

Il programma triennale sarà guidato dai direttori della sanità pubblica nello Yorkshire e nell’Humber ed è supportato da un accordo normativo di £ 800.000 approvato dalla Gambling Commission. Il programma si concentrerà sull’educazione e la prevenzione e fornirà accesso al supporto e alle cure per gli individui e le loro famiglie che hanno problemi con il gioco d’azzardo. Migliorerà l’identificazione del problema del gioco d’azzardo attraverso la formazione nei luoghi di lavoro, indirizzerà i giocatori all’autogestione e al supporto, proteggerà i gruppi ad alto rischio e vulnerabili dai danni legati al gioco d’azzardo e lavorerà con individui e comunità per aumentare la consapevolezza.

Tim Miller, direttore esecutivo della Gambling Commission, ha dichiarato: “Accogliamo con favore questo ambizioso progetto in Yorkshire e Humber. Un approccio alla salute pubblica ben pianificato e coerente per affrontare i danni del gioco d’azzardo è esattamente ciò che la strategia nazionale per ridurre i danni del gioco d’azzardo ha progettato di stimolare. Siamo lieti di poter approvare il finanziamento, che è stato concordato attraverso accordi normativi, come parte della strategia nazionale per ridurre i danni da gioco d’azzardo”.

Greg Fell, presidente del gruppo di lavoro sul gioco d’azzardo nocivo dello Yorkshire & Humber, ha dichiarato: “Miriamo a fornire un programma standard di riferimento che possa essere replicato in tutto il Regno Unito. Siamo nella posizione unica di avere una popolazione diversificata in città, paesi, ambienti rurali e costieri, che offre il potenziale per un progetto di attività efficace che potrebbe essere utilizzato da altre regioni. Sappiamo che le aree ad alta povertà e i lavoratori a basso reddito sono influenzati negativamente in modo sproporzionato dal gioco d’azzardo, quindi questo sarà il nostro obiettivo”.