Il cellulare sì, l’abbonamento ai servizi streaming come Netflix o Spotify no. Il vino sì, la vodka e il rum no. I vestiti sì, collane e bracciali no. Semaforo verde anche per l’acquisto di elettrodomestici grandi e piccoli, dal frigorifero al tostapane, dalla moka elettrica alla lavastoviglie. Il reddito di cittadinanza cambia radicalmente menù: la nuova lista delle spese autorizzate, che il Messaggero è in grado di anticipare sulla base delle indicazioni del ministero del Lavoro, sarà ufficializzata nei prossimi giorni, una volta che il decreto attuativo con l’elenco dei nuovi beni acquistabili avrà superato gli ultimi passaggi tecnici. Questione di ore, assicurano da via Fornovo. In queste settimane le associazioni che rappresentano le varie categorie di esercenti hanno fatto pressing affinché l’uso della card venisse esteso il più possibile