“Bisogna superare il pregiudizio. Il gioco è un fenomeno sociale, c’è una tendenza strutturata verso il gioco a distanza, accelerata dalla pandemia, ma comunque irreversibile. Il dovere del legislatore deve essere quello di uscire dall’equivoco che il gioco in quanto tale sia un problema. Il gioco illegale è un problema, enorme, gravissimo. Finchè continueremo a restare nella nebbia che non ci consente di distinguere il gioco legale da quello illegale continueremo a vanificare tutto il lavoro che il sistema Stato mette in atto. L’unico vero sistema è puntare sulla qualità della regolamentazione. Il disturbo da gioco d’azzardo è un problema che non possiamo non considerare, lo Stato deve impegnarsi in prima persona per garantire che anche questi disturbi trovino soluzione e soprattutto prevenzione. Il nostro proibizionismo deve essere qualità delle regole, rispetto della legge, non lasciare nessuno indietro, il nostro proibizionismo non può non essere un processo virtuoso che mette insieme pubblico e privato per aumentare il livello della regolamentazione”.

Lo ha detto Federico Freni (nella foto), Sottosegretario al Ministero dell’Economia con delega ai giochi, nell’ambito della presentazione del ‘Rapporto Lottomatica-Censis sul Gioco Legale’ in Italia.

Leggi il Rapporto Integrale

Leggi il Rapporto (Sintesi)