Il consigliere della Regione Puglia Mario Conca torna sulla questione riapertura attività di gioco legale, e lo fa con una nuova  lettera aperta al presidente Michele Emiliano.

Presidente Emiliano,

il 27 maggio scorso le avevo inviato una mail afferente l’oggetto a cui non ha inteso rispondere. Provo a sollecitarle nuovamente la questione della riapertura delle sale scommesse, e di tutte le attività connesse ai giochi di Stato, che nella sola regione Puglia occupano 15 mila addetti. Attività dimenticate dallo Stato e da lei, le avete escluse anche dai finanziamenti regionali post Covid-19, costrette a non ripartire per un falso moralismo e perbenismo.

Presidente, non ritiene che da parte sua meritino almeno una presa di posizione netta? Fallire perché l’anacronistico, e soprattutto falso, stigma fa di tutto per accostare questi imprenditori alla malavita e alla ludopatia, è davvero ridicolo e insopportabile.

La informo che De Luca, il suo omologo campano, in data odierna ha emesso l’ordinanza, che le allego, con cui dispone la riapertura delle sale gioco a partire dal giorno 15 giugno 2020. In calce le riporto anche il link dove potrà vedere in faccia, e ascoltare le parole, di alcuni ragazzi che si sono indebitati per assecondare una passione.

Spero che la Puglia emuli la Campania, affinché il buonsenso e la giustizia sociale soppiantino l’arroganza amministrativa che sta condannando un intero comparto nel silenzio assordante delle istituzioni.

Tanto le dovevo

Mario Conca