Home Politica Pordenone: a fine 2017 solo 7 Comuni hanno applicato legge regionale anti...

Pordenone: a fine 2017 solo 7 Comuni hanno applicato legge regionale anti slot

slot
slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – A fine 2017, dai dati regionali emerge che in provincia di Pordenone soltanto sette Comuni hanno applicato la legge regionale del 2014. Questa prevede la distanza minima di macchinette dai luoghi sensibili, una limitazione degli orari e il divieto per i minorenni. Si tratta di Brugnera, Casarsa, Porcia, Pordenone, Prata, San Quirino e Valvasone Arzene.

«Sono dati in divenire – ha specificato Francesca Vignola, coordinatrice del tavolo tecnico regionale per il gioco d’azzardo patologico –. Ci sono diversi Comuni che in questi mesi si stanno adeguando alla normativa regionale. Ciò che emerge però è il basso numero di sanzioni. Da quanto ci è stato riferito dipende dalla difficoltà di reperire risorse nel territorio per i controlli». In provincia è infatti stato elevato soltanto un verbale di accertamento.

Dai numeri regionali del tavolo del gioco d’azzardo patologico emerge che nel 2017 sono stati 512 gli utenti in carico ai servizi in regione. Nella provincia di Pordenone dal 2013 a oggi si è passati da 108 utenti agli attuali 127.

Entro tre anni la legge regionale (attualmente riferita solo alle nuove attività) sarà estesa a tutte le macchinette nei bar ed entro cinque alle sale slot. Per l’assessore Emanuele Loperfido: «A conti fatti, il centro urbano di Pordenone sarà slot free».
Commenta su Facebook